Regolamento Comitato Scientifico
Proposta di procedura di valutazione dei progetti da parte del Comitato Scientifico

Tutti i progetti di ricerca inviati al comitato scientifico saranno valutati dai suoi sette membri (vedi nominativi alla voce CdA); inoltre potrà essere richiesta, quando ritenuto opportuno, una valutazione da altri specialisti italiani e/o internazionali.

La valutazione dei progetti avverrà mediante un processo in due tappe. La prima tappa coinvolgerà alcuni membri del comitato scientifico esperti sull’argomento del progetto da valutare, in questa fase potranno anche essere coinvolti esperti nazionali /internazionali. La seconda tappa, che coinvolgerà tutti i membri del comitato scientifico, darà la valutazione finale del progetto (scheda di commento finale associata ad una scheda in cui verrà espresso un punteggio numerico da 1-6 in base a degli indicatori selezionati).

Prima tappa: valutazione da parte dei membri del comitato scientifico/revisori esterni (durata media 1-2 mesi)

I revisori in questa prima tappa saranno 2 o più membri del comitato scientifico con competenze riconosciute sull’argomento del progetto da valutare; inoltre, a discrezione del Comitato Scientifico, potranno anche essere scelti 1-2 revisori esterni (Italiani e/o Internazionali). La scelta dei revisori esterni verrà fatta sulle riconosciute competenze nell’ambito dell’argomento del progetto da valutare.
I membri del comitato scientifico e i revisori esterni dovranno dichiarare la presenza di possibili conflitti di interesse che possano influenzare la valutazione del progetto.
I membri del comitato scientifico (escluso il membro che dichiara il conflitto di interesse, nel caso tale conflitto riguardi uno dei membri del comitato scientifico) decideranno se l’entità del conflitto è tale da modificare la scelta del revisore.
La valutazione da parte dei membri del comitato scientifico e dei revisori esterni si baserà fondamentalmente su tre punti: 1) importanza del progetto, 2) potenziale scientifico ed esperienza dei presentatori, e 3) valutazione della idoneità delle risorse richieste (in particolare sarà valutata la loro congruità per la fattività del progetto e la loro adeguatezza per il valore scientifico del progetto).

La valutazione del progetto in questa prima tappa sarà fatta mediante:

  1. apposita scheda (allegato 1) sulla quale verranno espressi i giudizi/commenti sul progetto.
  2. in una seconda scheda (allegato 2) il revisore esprimerà il suo punteggio (score 1-10) in base agli indicatori espressi nella scheda stessa.

I giudizi/commenti dei revisori (allegato 1) verranno inviati all’autore principale del progetto, il quale in un intervallo di tempo ragionevole (14 giorni) potrà rispondere ai giudizi/commenti (l’invio e la risposta avverranno per via elettronica). Le risposte dell’autore pervenute oltre il 14mo giorno dall’invio dell’allegato 1 non verranno utilizzate nella seconda tappa del processo di valutazione.

Seconda tappa: valutazione da parte dei membri del comitato scientifico (durata media 1 mese)

Tutti i membri del comitato scientifico valuteranno il progetto usando criteri simili a quelli usati nella prima tappa. In tale valutazione saranno inoltre particolarmente considerati anche gli eventuali problemi etici o i rischi per i soggetti coinvolti nello studio. Quindi, il comitato scientifico nella Sua globalità, tenendo conto dei giudizi/commenti dei revisori (prima tappa) e della risposta dell’autore principale a questi, attribuirà un punteggio al progetto secondo uno score da 1 a 6 (allegato 3).

Il responsabile del comitato scientifico compilerà anche un giudizio/commento (utilizzando l’allegato 1) che rappresenterà la sintesi finale condivisa da tutti i membri del comitato scientifico. Tale giudizio/commento verrà inviato con il punteggio di score (allegato 3) alla Fondazione. All’autore principale del progetto verrà inviato solo il giudizio/commento finale.

Allegato 2.
Sistema di punteggio per membri comitato scientifico selezionati/revisori esterni (prima tappa)

Punteggio Indicatori

 

Ricerca di qualità eccellente

10

Eccezionale (per originalità e per rilevanza internazionale)

9

Eccellente, ricerca di grande valore che riguarda argomenti di grande interesse medico e scientifico, competitiva a livello internazionale.  Alte probabilità di avere un maggior impatto sulla pratica clinica e/o di dare un rilevante contributo scientifico

 

Ricerca di buona qualità

8

Buona, quasi eccellente

7

Ricerca di buona qualità, internazionalmente competitiva. Importante ricerca, altamente produttiva con probabile significativo impatto sulla pratica medica

6

Ricerca di buona qualità, di livello tra il nazionale e l’internazionale

5

Ricerca di buona qualità, competitiva a livello nazionale. Valuta argomenti ragionevolmente importanti con alta probabilità di essere produttiva. Buone prospettive di avere un qualche impatto sulla pratica medica o di dare un rilevante contributo scientifico. Presenza di significative criticità che però possono essere facilmente corrette  dall’autore.

 

Studio potenzialmente utile

4

Potenzialmente utile, al limite della buona qualità

3

Progetto che contiene alcune buone idee o opportunità, ma che ha poche probabilità di essere produttivo e/o di avere successo. Maggiori revisioni sono necessarie per rendere il progetto competitivo.

 

Non accettabile

2

Potenzialmente utile per alcuni aspetti, ma non accettabile per altri (es: etici, economici, di sufficiente originalità)

1

Seri problemi etici/di originalità e/o scientifici. Non accettabile.

 

Allegato 3.
Punteggio finale globale del Comitato Scientifico (seconda tappa)

Punteggio Indicatori  

6

Qualità: eccezionale, a livello dei migliori studi internazionali.

Importanza: molto importante, ad alta priorità.

Produttività/Impatto: alta probabilità di essere fortemente produttivo e di avere un impatto molto alto sulle conoscenze di base/pratica clinica/politica sanitaria.

Degno di avere fondi

Di valenza internazionale

5

Qualità: eccellente, competitivo a livello internazionale.

Importanza: molto importante, di media-alta priorità

Produttività/impatto: alta probabilità di essere produttivo e di avere un alto impatto sulle conoscenze di base/pratica clinica/politica sanitaria  

Degno di avere fondi

Di valenza internazionale

4

Qualità: molto buono, a livello dei migliori studi nazionali, in alcune parti competitivo anche a livello internazionale

Importanza: importante, di media priorità

Produttività/impatto: buona probabilità di essere produttivo e di avere un modesto impatto sulle conoscenze di base/pratica clinica/politica sanitaria

Potenzialmente degno di avere fondi

Parzialmente di valenza internazionale

3

Qualità: buona, competitivo a livello nazionale

Importanza: ragionevolmente importante, di modesta priorità

Produttività/impatto: modesta probabilità di avere successo e impatto sulle conoscenze di base/pratica clinica/politica sanitaria

Potenzialmente degno di avere fondi

2

Qualità: modesta

Importanza: ragionevolmente importante, di scarsa priorità

Produttività/impatto: bassa probabilità di avere successo e impatto sulle conoscenze di base/pratica clinica/politica sanitaria

Non degno di avere fondi

1

 

Qualità: scarsa, duplica altri studi, errori metodologici; seri problemi sulla validità scientifica e/oproblemi  etici e/o di originalità

Importanza: non importante, di nessuna rilevanza

Produttività/impatto: improbabile capacità di generare nuove conoscenze e perciò di avere un qualsiasi impatto

Non degno di avere fondi

^