La Fondazione Fira torna a Cosenza per due serate a favore della ricerca

Il prof. Carlomaurizio Montecucco: “Ricerca clinica indipendente e corretta informazione sono due armi fondamentali, a nostra disposizione, contro malattie serie ed invalidanti”

Cosenza, 28 agosto 2020 – La FIRA ONLUS (Fondazione Italiana per la Ricerca sull'Artrite) torna in Calabria per un doppio appuntamento all’insegna della musica e della ricerca medico-scientifica. Il primo evento si terrà domenica 30 agosto (alle 21.30 sulla terrazza di Largo Savonarola) a Diamante (CS). Il titolo dello spettacolo è “Musica & Parole” ed è ideato dal Maestro Giuseppe Perrone ed è prevista la partecipazione, in veste di guest star, di personaggi della musica e dello spettacolo, come Eric Daniel e il noto cantate e musicista Marcello Cirillo. Lo stesso spettacolo sarà poi riproposto martedì 1° settembre (21.30 Piazza Municipio) a Orsomarso (CS). In entrambi gli eventi sarà distribuito materiale informativo (tra cui il decalogo della Fondazione per la diagnosi precoce) sulle principali malattie reumatologiche e si potranno fare donazioni alla Fondazione FIRA e sostenere così la ricerca in questo ambito della medicina.

“Vogliamo ringraziare gli organizzatori per averci permesso ritornare in Calabria, dopo questi mesi difficili, e anche tutti i cittadini che ci sostenteranno - afferma il prof. Carlomaurizio Montecucco, Presidente di FIRA ONLUS -. FIRA è la fondazione della Società Italiana di Reumatologia ed è nata per sostenere attivamente la ricerca scientifica nel campo delle malattie reumatologiche. Sono patologie spesso fortemente invalidanti come l'artrite reumatoide o le spondiloartriti. A volte, come nel caso delle connettiviti e delle vasculiti, interessano l'intero organismo e le più colpite sono le donne. La ricerca indipendente risulta fondamentale per poter migliorare la qualità di vita dei pazienti e consente di arrivare a un trattamento rapido, in virtù di una diagnosi certa e precoce, e sempre più personalizzato. Al tempo stesso è altrettante importante l’informazione corretta come primo strumento di prevenzione di malattie di cui si parla ancora poco”.